Come avviare un blog nel 2023 (il modo più economico)

By Aquif Shaikh

Novembre 30, 2022

Quindi, hai intenzione di aprire un blog nel 2023?

Essendo un blogger a tempo pieno che si guadagna pane e burro con il blog, posso dire che hai fatto un'ottima scelta.

Tuttavia, la maggior parte delle persone non sa come avviare un blog nel 2023. Mentre alcune persone temono di creare un blog poiché non hanno alcuna conoscenza tecnica

Se appartieni a una delle categorie precedenti, non preoccuparti, in questo tutorial passo passo ti spiegherò in modo semplice come avviare un blog che fa guadagnare.

Ma prima di andare avanti, cerchiamo di capire che cos'è esattamente un blog e se il blogging è l'opzione di carriera giusta per te.

Che cos'è un blog?

Un blog è un sito Web con Dynamic content, cioè di chi content cambia spesso. Su un blog, content è elencato in ordine cronologico inverso in modo da poter trovare l'ultimo content proprio in cima.

Posso diventare ricco con un blog?

Questa è la domanda più comune che colpisce la mente delle persone. Quindi, si può diventare ricchi solo con un blog?

La risposta è un sì e un no. Anche se puoi sicuramente diventare ricco con un blog, non è uno schema per arricchirsi rapidamente. Devi dare tempo al tuo blog prima di iniziare a generare un reddito decente.

Il blog non è l'opzione giusta per te se

  • Non puoi dedicare abbastanza tempo al tuo blog.
  • Vuoi diventare ricco in fretta
  • Stai cercando modi gratuiti per fare soldi.

Il blog è l'opzione migliore per te se

  • Sei disposto a lavorare sul tuo blog a tempo pieno
  • Hai la pazienza di aspettare che il tuo blog inizi a produrre entrate.
  • Vuoi trattare il blog come un business e sei pronto a investire denaro per acquistare un nome di dominio, un bene web hosting e strumenti SEO.

Come avviare un blog nel 2023 che fa soldi?

Di seguito è una guida passo passo su come avviare un blog che fa profitto

Passaggio 1: scegli la tua nicchia di blog

Il motivo più comune per cui i blogger non riescono a guadagnare è che scelgono la nicchia sbagliata. Quindi, prima di scegliere la nicchia per il tuo blog, poniti le seguenti domande?

1. Conosco abbastanza informazioni sulla nicchia?

Questa è la cosa più ovvia che dovresti tenere a mente prima di scegliere la tua nicchia di blog. Prendi carta e penna e scrivi almeno 20 idee per blog nella nicchia. Assicurati di non cercarlo su Google. Se non riesci a trovare 20 idee, è meglio che tu stia lontano da questa nicchia.

2. Mi piacerebbe ancora fare ricerche e scrivere sull'argomento se non venissi pagato un solo centesimo?

Spesso, hai conoscenza di un particolare argomento poiché hai imparato lo stesso nella tua università. Tuttavia, sei meno interessato a questi argomenti. In tal caso, è molto probabile che tu smetta anche prima di guadagnare un centesimo dal tuo blog

3. Le persone vogliono leggere sull'argomento?

Quindi, ami l'argomento e sei un esperto dello stesso. Questo lo rende l'argomento migliore per aprire un blog?

Non proprio! È possibile che nessun altro sia interessato all'argomento selezionato.

Ad esempio, meno persone sarebbero interessate a un blog di cucina sulla "Cucina dello Zimbabwe" rispetto a quello sulla "Cucina cinese". Allo stesso modo, il tuo pubblico sarà più ristretto se scegli di scrivere di "Cibo Mughlai" rispetto a "Cibo indiano".

4. La nicchia è redditizia?

Alcune nicchie come la motivazione hanno opzioni limitate per monetizzare il tuo blog. Non c'è molta concorrenza per la maggior parte delle sue parole chiave e quindi anche il tuo reddito di Google Adsense sarebbe trascurabile. E c'è poco spazio per il marketing di affiliazione, che secondo me è il modo migliore per monetizzare il tuo blog.

Quindi, prima di scegliere la tua nicchia, assicurati di analizzare i vari modi in cui puoi monetizzare il tuo blog.

5. La nicchia è troppo competitiva?

A rigor di termini, se vuoi avviare un blog nel 2023, è quasi impossibile trovare nicchie che abbiano un pubblico decente e non siano competitive. Tuttavia, a differenza di alcuni anni fa, è molto possibile per te classificarti indipendentemente dalla concorrenza nella nicchia.

Quindi, a differenza di altri blogger, non ti consiglierò di scegliere una nicchia con bassa concorrenza. Ma quello che consiglierei è di investire i tuoi soldi nell'ottenere gli strumenti giusti come Semrush che ti aiuteranno a trovare parole chiave a bassa concorrenza e a costruire la tua autorità come esperto nella nicchia.

Passaggio 2: scegli una piattaforma di blog

In parole semplici, a Content Management System (CMS) è un software che ti aiuta a costruire e gestire il tuo sito web senza scrivere una sola riga di codice. Fornisce un'interfaccia facile da usare che consente di aggiungere, modificare e gestire il file content di un sito web. Un CMS utilizzato per i blog è spesso chiamato piattaforma di blogging.

Sono disponibili varie piattaforme di blogging che puoi utilizzare per creare un blog. Alcuni di questi sono gratuiti e altri a pagamento. Le piattaforme di blog popolari includono WordPress ospitato autonomamente (WordPress.org), WordPress ospitato (WordPress.com-da non confondere con WordPress.org), Blogger, Tumblr, Medium, Squarespace, ecc. tra gli altri.

Sebbene tu abbia molte piattaforme di blog disponibili, questa è ancora un gioco da ragazzi. WordPress è di gran lunga la piattaforma di blogging migliore e più utilizzata, alimentando oltre il 40% di tutti i siti Web su Internet e oltre il 60% dei siti Web che utilizzano un Content Sistema di gestione (CMS).

Sebbene la figura sopra includa sia WordPress.com che WordPress self-hosted, il primo non è un'opzione da considerare se si desidera monetizzare il proprio blog in quanto presenta diverse restrizioni.

Di seguito sono riportati alcuni dei motivi che rendono WordPress Self Hosted la migliore piattaforma di blogging.

  • Facile da usare e impostare
  • È SEO friendly. Quindi è più facile per te ottimizzare il tuo blog per posizionarti più in alto su Google e altri motori di ricerca.
  • Usato e consigliato da quasi tutti gli esperti.
  • Open Source e quindi gratuito da usare.

Sebbene WordPress Self-Hosted sia un software gratuito, hai comunque bisogno di un nome di dominio e web hosting per avviare il tuo blog Cerchiamo prima di tutto di capire cos'è un dominio e hosting sono e come scegli ciascuno di essi.

Passaggio 3: scegli un nome di dominio

Un nome di dominio è l'indirizzo web che digiti nel browser per accedere a un sito web, ad es. bloggingocean.com. Proprio come hai bisogno di un indirizzo fisico per indirizzare le persone a casa tua, hai bisogno di un nome di dominio che indirizzi le persone a casa tua web hosting server da dove accedono al tuo sito web.

Uno degli errori più comuni che fanno i blogger è scegliere il nome di dominio sbagliato. Ricorda, ottenere un buon nome di dominio per il tuo blog è importante quanto dare un buon nome a un neonato. Questo perché il tuo nome di dominio sarà la tua identità finché il tuo blog sarà attivo sul world wide web.

Certo, puoi cambiarlo in un secondo momento. Tuttavia, l'intero processo di modifica del tuo nome di dominio è complicato quanto cambiare il tuo nome e, se fatto male, rischi di rovinare un blog affermato.

Di seguito sono riportati alcuni dei punti che puoi tenere a mente quando scegli un nome di dominio.

Suggerimenti per selezionare un dominio perfetto

  • Preferisci un nome di dominio .com rispetto ad altri domini di primo livello (TLD). Solo se non riesci a trovare un buon TLD .com, puoi esplorare altri TLD come .co, .io, .net e altri. BloggingOcean.com è sempre meglio di BloggingOcean.co o BloggingOcean.net
  • Puoi utilizzare domini brandable come Facebook o puoi utilizzare domini con parole chiave come startablog.com. Tuttavia, devi assicurarti che il tuo nome di dominio si adatti bene alla tua nicchia. PinkUmbrella.com va bene per i blog di moda ma non per i blog di tecnologia.
  • Scegli un nome di dominio breve e facile da ricordare. Ad esempio, mydomain.com è sempre migliore e facile da ricordare rispetto a thisismybestdomain.com
  • Evita di utilizzare trattini e numeri nel nome di dominio.

Passaggio 4: scegli A Web Hosting

A Web Hosting Server è necessario per memorizzare tutti i file necessari per accedere al tuo sito web. Sebbene tu possa utilizzare il tuo computer per ospitare il tuo sito Web, nel momento in cui spegni il computer o viene disconnesso da Internet, il tuo sito Web si interromperà.

Inoltre, ci sono più possibilità di hacking se lo sei hosting il tuo sito web sul tuo computer. Quindi, a parte le grandi aziende come Google e Facebook, quasi tutti i blogger e le aziende affittano a web hosting server per ospitare il loro sito web.

Mentre ce ne sono diversi hosting aziende disponibili sul mercato, consiglierei di utilizzare Dreamhost poiché è facile per le tue tasche e ha anche un buon team di assistenza clienti.

Dreamhost offre 2 piani diversi, il piano WordPress Starter e il piano WordPress Unlimited. Con il piano WordPress Starter puoi ospitare 1 sito web. Per una durata di fatturazione annuale e più lunga, ottieni anche un nome di dominio gratuito. Anche i certificati SSL sono inclusi gratuitamente. Tuttavia, devi pagare un extra per l'e-mail gratuita

Per quanto riguarda il piano WordPress Unlimited, come suggerisce il nome, consente di ospitare siti Web illimitati. SSL e e-mail gratuite sono inclusi anche con questo piano. Come il piano WordPress Starter, ottieni un dominio gratuito per piani di fatturazione annuali e di durata maggiore.

Tuttavia, per la fatturazione annuale, entrambi questi piani hanno un prezzo di $ 2.95 al mese. Quindi, è un gioco da ragazzi che dovresti scegliere il piano WordPress Unlimited per una durata di 1 anno.

Perché non consiglio Bluehost o Hostgator?

Se sei qui dopo aver letto articoli di altri blogger, potresti aver notato che quasi tutti i blogger ti consigliano di acquistare Bluehost. Quindi, perché non ti consiglio di andare con Bluehost?

Quindi, confrontiamo Bluehost e Dreamhost fianco a fianco. Evidenzierò il vincitore per ogni categoria mettendolo in grassetto.

fattori

Bluehost

Dreamhost

Hosting Prezzo per 1 anno

$ 35.4

$ 35.4

Domain Name

Gratuito per il 1° anno

Gratuito per il 1° anno

Privacy del dominio
(Deve avere. Senza di essa, le tue informazioni personali, inclusi e-mail e numero di telefono, verranno visualizzate pubblicamente portando a chiamate di spam ed e-mail di spam)

$ 11.88 / Anno

Gratis

Costo totale per 1 anno
 (Nome di dominio + Privacy del dominio + Hosting)

$ 47.28

$ 35.4

Numero di siti web

1

Illimitato

Rimborso Garantito

30 Giorni

97 Giorni

Rating Trustpilot

4.1 / 5

4.8 / 5

Valutazione di HostAdvice

2.4 / 5

4.3 / 5

Dalla tabella sopra puoi facilmente capirlo Dreamhost è l'opzione più economica per 1 anno se si tiene conto Hosting + Nome di dominio + Privacy del dominio. Ti offre anche di ospitare siti Web illimitati rispetto a 1 sito Web per Bluehost e Hostgator.

Ottieni anche un costruttore di siti Web WordPress gratuito, se ne hai bisogno. Per quanto riguarda la valutazione di vari siti Web affidabili, Bluehost e Hostgator hanno valutazioni molto basse rispetto a Dreamhost.

Ciò è dovuto principalmente al fatto che sia Bluehost che Hostgator fanno parte del gruppo EIG che ne possiede anche molti altri hosting aziende tra cui BigRock, iPage, ASmallOrange e molti altri. 

EIG è noto per aver venduto in eccesso il servers e fornendo un supporto di bassa qualità che si traduce in frequenti tempi di inattività del sito Web e una risposta lenta per risolverlo da parte del team di assistenza clienti.

La maggior parte delle persone promuove Bluehost perché Bluehost paga loro una bella commissione di affiliazione. Tuttavia, se ti iscrivi a qualsiasi Facebook WordPress Hosting piace questo, dove i link di affiliazione sono vietati, ti renderai conto che quasi tutti nel gruppo avranno solo cose negative da dire su Bluehost.

Acquisto A Web Hosting Da Dreamhost

Acquisto web hosting da Dreamhost è molto semplice. Tuttavia, ti guiderò attraverso il processo in modo che tu sappia quali opzioni selezionare durante la procedura di pagamento.

1. Visita il Dreamhost sito web facendo clic sul pulsante qui sotto

2. Nella pagina che si apre, passa il mouse sopra il WordPress opzione nel menu principale e quindi selezionare WordPress di base. Puoi fare riferimento allo screenshot qui sotto

Dreamhost Scegli WordPress Base

3. Nella pagina successiva vedrai la pagina sottostante. 

Acquista Dreamhost Hosting 1

4. Scorrendo verso il basso verranno visualizzati i due Dreamhost Piani WordPress Basic. Passa alla scheda dei prezzi di 1 anno come mostrato nell'immagine qui sotto

Dreamhost Scegli 1 anno WordPress Basic

5. Ora vedrai il prezzo per un anno di hosting come mostrato nell'immagine qui sotto. Clic Iscriviti adesso opzione sotto il WordPress illimitato Piano.

Acquista Dreamhost Hosting 3

6. Ora puoi vedere la pagina qui sotto dove puoi trovare tre opzioni, Scegli un dominio dopo, Registra un nuovo dominio e Ho già un dominio. Scegliere il Registra un nuovo dominio Option

Acquista Dreamhost Hosting 4

7. Ora puoi digitare un nome di dominio a tua scelta nella barra di ricerca come mostrato nell'immagine qui sotto. Ricorda, solo le estensioni di dominio selettive sono disponibili gratuitamente. Questo, tuttavia, include la maggior parte delle estensioni di dominio comuni tra cui .com, .co, .me, .net, .biz, .org e altro.

Una volta inserito il nome di dominio, premi la barra di ricerca di invio o premi invio e Dreamhost verificherà se il nome di dominio è disponibile o meno.

Acquista Dreamhost Hosting 5

8. Se il nome di dominio è disponibile, vedrai un messaggio che indica che il tuo dominio è disponibile e un'opzione per aggiungere il dominio al carrello gratuitamente, come mostrato nell'immagine qui sotto. Se il tuo nome di dominio non è disponibile, puoi provare un nome di dominio diverso o scegliere un'estensione di dominio diversa.

Acquista Dreamhost Hosting 6

9. Una volta aggiunto il dominio al carrello, ora vedrai il carrello aggiornato. Come mostrato nell'immagine qui sotto, deseleziona il Protezione DreamShield opzione

Acquista Dreamhost Hosting 7

9. Ora vedrai il prezzo aggiornato di $ 35.4 con Nome di dominio gratuito e Privacy del dominio gratuita

Acquista Dreamhost Hosting 8

9. Ora completa la procedura di pagamento aggiungendo i tuoi dati personali e di fatturazione e completa l'acquisto. Al termine dell'acquisto, verrai reindirizzato al Dreamhost Cruscotto come mostrato nell'immagine qui sotto

Dreamhost Profilo

Passo 5: Installare WordPress

Dreamhost viene fornito con WordPress preinstallato. Tuttavia, nel caso in cui WordPress non sia installato, puoi seguire i passaggi seguenti per installare WordPress

1. Nel menu di sinistra, seleziona il WordPress opzione e poi il Installazioni con un clic opzione come mostrato nell'immagine qui sotto. Quindi, fare clic su Ulteriori informazioni e installazione opzione

Dreamhost Dashboard: installazione di WordPress in 1 clic

2. Ora vedrai la schermata qui sotto con un'opzione per installare WordPress. Nella scatola tra l'altro Installa su, seleziona il tuo nome di dominio dal menu a tendina. Assicurati che la casella sul lato destro del tuo nome di dominio sia vuota. Deseleziona l'opzione Installa WP Website Builder e cliccare su Installalo per me ora pulsante.

Dreamhost Dashboard: programma di installazione di WordPress con un clic

3. Ora vedrai il seguente messaggio di successo.

Dreamhost Dashboard WordPress Installazione riuscita

4. Puoi tenere traccia dell'avanzamento dell'installazione navigando nell'opzione Home nel menu a sinistra. Sembrerà qualcosa nell'immagine qui sotto

Dreamhost Installazione del dashboard di WordPress

5. Una volta completata l'installazione, vedrai il messaggio di successo. È possibile fare clic su Apri l'editor di WordPress per aprire la dashboard di WordPress senza nome utente e password. In alternativa, riceverai anche un'e-mail da Dreamhost con il tuo nome utente WordPress e un'opzione per impostare la password.

Consiglio comunque di utilizzare il Apri l'editor di WordPress opzione in quanto elimineremo comunque il nome utente creato automaticamente dopo aver creato un nome utente personalizzato.

Dreamhost Dashboard 4-WordPress installato

Ma prima di parlare dell'editor di WordPress, dovremo controllare lo stato del nostro certificato SSL

Passaggio 6: verifica lo stato del certificato SSL

I certificati SSL vengono utilizzati per proteggere il trasferimento dei dati del tuo sito web dal tuo server al computer dell'utente dagli hacker. Senza SSL, il tuo sito Web utilizzerà il protocollo http:// invece di https:// e il browser dei visitatori mostrerà un avviso di non sicurezza.

Per fortuna, Dreamhost installa automaticamente il certificato SSL per te. Tuttavia, l'installazione del certificato SSL può richiedere fino a 30 minuti. Puoi controllare lo stato dell'installazione SSL navigando su Siti Web > Certificati sicuri come mostrato nell'immagine sottostante

Se il tuo certificato è installato, vedrai Let's Encrypt nella sezione Certificato. Se sta ancora elaborando il certificato, vedrai lo stesso nella sezione del certificato.

Dreamhost Dashboard SSL installato

Passaggio 7: comprendere la dashboard di WordPress

Mentre puoi facilmente accedere alla tua dashboard di WordPress usando il Apri l'editor di WordPress pulsante nel tuo Dreamhost Dashboard, è anche importante sapere come accedere manualmente alla dashboard di WordPress con il tuo nome utente e password.

L'accesso al tuo WordPress è facile come una torta. Basta andare all'URL sottostante dopo la sostituzione yourdomain.com con il tuo nome di dominio

https://www.yourdomain.com/wp-admin/

Una volta inserito l'URL, verrai reindirizzato alla pagina di accesso di WordPress dove puoi inserire il nome utente e la password. Ricorda che puoi sempre utilizzare l'e-mail inviata da Dreamhost con il tuo nome utente e l'opzione per reimpostare la tua password per ottenere il tuo nome utente e password per l'accesso.

A questo punto puoi scrivere subito il tuo primo post sul blog. Ma prima di andare avanti, devi sapere come personalizzare l'aspetto del tuo blog utilizzando i temi di WordPress e aggiungere più funzioni utilizzando i plugin di WordPress. 

Quindi, per prima cosa cerchiamo di capire la tua dashboard di WordPress.

Comprensione del dashboard di WordPress

#1 Aggiornamenti

Qui è dove puoi aggiornare l'installazione del core di WordPress, i temi di WordPress e i plugin di WordPress

#2 Post

La sezione Post ti permette di gestire i tuoi post sul blog. Per un blogger, i tuoi post sono la spina dorsale del tuo content. Passando sopra il Post o facendo clic su di esso si riveleranno più opzioni.

Questa sezione ti consente di aggiungere nuovi post sul blog, nonché visualizzare e modificare il post sul blog esistente. Puoi anche gestire le categorie e i tag dei post del blog da qui.

# 3 Media

Qui è dove puoi caricare le tue immagini o visualizzare le immagini che hai caricato.

#4 pagine

Questa sezione ti consente di aggiungere, visualizzare e modificare le pagine statiche del tuo sito Web WordPress.

#5 Commenti

I commenti sono le opinioni che le persone lasciano sul tuo post sul blog. Questa sezione ti consente di gestire i tuoi commenti, inclusi l'approvazione dei commenti, la risposta, la modifica e l'eliminazione.

#6 Aspetto

Come suggerisce il nome, questa sezione ti consente di gestire completamente l'aspetto del tuo blog. Ciò include la gestione dei temi e la personalizzazione. Questa sezione presenta anche un editor di temi per le persone che desiderano modificare il codice del tema.

La sezione dell'aspetto ti consente anche di aggiungere e gestire le voci del menu del tuo blog da qui. I widget di WordPress possono anche essere gestiti da questa sezione. I widget sono content aree che possono essere aggiunte alle barre laterali e al piè di pagina.

#7 Plugin

I plugin vengono utilizzati per migliorare le funzionalità di WordPress. In questa sezione puoi aggiungere nuovi plug-in, nonché visualizzare ed eliminare i plug-in esistenti. Questa sezione include anche un editor di plug-in per le persone che desiderano modificare i codici dei plug-in.

#8 Utenti

Come suggerisce il nome, questa sezione consente di aggiungere ed eliminare utenti. Puoi anche modificare la tua email, il nome e alcuni altri dettagli in questa sezione.

#9 Strumenti

Questa sezione ti consente di importare o esportare i post del tuo blog tramite file XML. Puoi anche esportare o cancellare i tuoi dati personali oltre a controllare lo stato di salute del tuo blog.

#10 Impostazioni

Puoi modificare le impostazioni del tuo blog in questa sezione. Alcune delle impostazioni in questa sezione sono fondamentali per il tuo blog e quindi verificheremo le stesse nella sezione successiva.

#11 Nuova scorciatoia nella barra degli strumenti

Lo New L'opzione nella barra degli strumenti di WordPress funge da collegamento per aggiungere un nuovo articolo, pagina, contenuto multimediale o utente.

#12 Sezione a colpo d'occhio

Come suggerisce il nome, il A colpo d'occhio La sezione viene utilizzata per controllare il numero di post, pagine e commenti. Mostra anche la tua versione di WordPress e il tema WordPress.

#13 Sezione Attività

La sezione Attività ti consente di controllare rapidamente le attività recenti sul tuo blog.

Passaggio 8: impostazioni e ottimizzazioni

Di seguito sono riportate alcune impostazioni che consiglio vivamente prima di iniziare a scrivere i post del tuo blog. Lascia che ti guidi attraverso ognuno di essi.

un. Modifica delle impostazioni generali di WordPress

Per modificare le impostazioni generali, vai su Impostazioni > Generali nel menu a sinistra. Vedrai diverse opzioni come mostrato nell'immagine qui sotto.

Impostazioni generali di WordPress

Di seguito sono riportate alcune modifiche che è necessario apportare.

Deseleziona il Chiunque può registrarsi opzione

Seleziona la tua Lingua del sito (l'impostazione predefinita è l'inglese)

Seleziona il tuo Fuso orario (l'impostazione predefinita è GMT)

Seleziona il tuo Formato data

Seleziona il tuo Formato ora

B. Modifica delle impostazioni di lettura di WordPress

Per modificare le impostazioni di lettura, vai su Impostazioni > Lettura.

La prima opzione ti consente di utilizzare la pagina del tuo blog come home page o di creare una pagina statica personalizzata come home page. Se non sei sicuro, puoi mantenere l'opzione così com'è per visualizzare i tuoi ultimi post sulla tua home page.

Per le altre opzioni, è possibile selezionare i valori come mostrato nell'immagine sottostante. 

Impostazioni di lettura di WordPress

Nota importante

Nelle Impostazioni di lettura, assicurati che l'opzione Motore di ricerca Visibilità è deselezionato. Se selezioni quella casella, Google e altri motori di ricerca potrebbero non indicizzare il tuo sito web.

C. Impostazioni discussioni WordPress

Puoi mantenere le impostazioni Discussione di WordPress esattamente come mostrato nell'immagine qui sotto.

Impostazioni discussione di WordPress

C. Modificare il Permalink predefinito di WordPress

Per impostazione predefinita, WordPress utilizza una struttura di permalink con la data al suo interno. L'URL predefinito è simile a quello riportato di seguito.

https://www.example.com/2022/07/20/sample-post/

Tuttavia, a meno che tu non stia creando un sito Web di notizie, questo URL non è consigliato.

Per modificare la struttura dei permalink, vai su Impostazioni > Permalink. Puoi selezionare una delle opzioni suggerite o creare una struttura di permalink personalizzata. Consiglio vivamente di selezionare il Nome post opzione. 

Impostazioni dei permalink di WordPress

D. Rimozione dei dati non necessari

Per impostazione predefinita, WordPress aggiunge un post intitolato Hello World, una pagina intitolata Sample Page e un plug-in Hello Dolly che devi rimuovere. 

Per rimuovere il post di esempio, accedi prima alla sezione post facendo clic sull'opzione post nel menu della barra laterale sinistra della dashboard di WordPress. Quindi, passa il puntatore del mouse sul titolo del post che desideri eliminare. Come mostrato di seguito, questo rivelerà alcune opzioni sotto il titolo del post. Seleziona l'opzione Cestino per eliminare il post

Elimina Hello World Post

Allo stesso modo, puoi eliminare la pagina di esempio e il plug-in Hello Dolly andando rispettivamente alle opzioni Pagine e Plug-in.

Passaggio 9: personalizza l'aspetto del tuo blog con i temi

WordPress è preinstallato con un tema. Tuttavia, la maggior parte degli utenti di WordPress preferisce personalizzare l'aspetto del proprio blog a proprio piacimento. Quindi, se anche a te non piace l'impostazione predefinita WordPress Theme, puoi facilmente sceglierne uno nuovo WordPress Theme tra migliaia di temi gratuiti disponibili nel Repository WordPress.

Per trovare un nuovo tema per il tuo blog, puoi navigare su Aspetto> Temi opzione nel menu di sinistra come mostrato di seguito nell'immagine sottostante.

Personalizza il tema WordPress

Nella pagina che si apre, fai clic su Aggiungi nuovo. 

Aggiungi nuovo tema WordPress

Ora sarai in grado di vedere migliaia di temi WordPress. A partire da novembre 2021, sono disponibili 4439 temi da scegliere gratuitamente.

Come mostrato di seguito, per installare un tema è sufficiente posizionare il mouse sul tema che si desidera installare e fare clic su Installazione pulsante. Il tema WordPress verrà installato in pochi secondi. Una volta installato, il Installazione il pulsante sarà sostituito dal Attivare pulsante. Fare clic su di esso per attivare il tema. Puoi anche fare clic su Anteprima per vedere come appare il tema sul tuo blog prima di installarlo e attivarlo sul tuo blog.

Installa un nuovo tema WordPress

In alternativa, sul Aggiungi temi pagina, troverai anche un'opzione per caricare un tema. Questa opzione può essere utilizzata se hai scaricato un tema dal repository di WordPress o hai acquistato un tema a pagamento da un'altra parte. Per caricare un tema, su Aggiungi temi pagina clicca su Carica tema opzione in alto.

Carica il tema WordPress

Successivamente, fare clic sul Scegli il file opzione per trovare il file corretto sul tuo computer e fare clic sul pulsante Installa. Una volta installato vedrai il Attivare pulsante su cui è possibile fare clic per attivare il tema.

Carica tema WordPress - Scegli file

Passaggio 10: migliora le funzioni di WordPress con i plugin

WordPress è pronto all'uso e ricco di funzionalità. Tuttavia, manca di diverse funzionalità. Ciò potrebbe essere in parte dovuto al fatto che non c'è niente come una taglia unica con il sito web. E non ha senso aggiungere troppe funzionalità che potresti non utilizzare mai e che potrebbero rallentare il tuo sito web.

È qui che entrano in gioco i plugin di WordPress. Ci sono più di 50,000 plugin gratuiti per WordPress disponibili nel repository dei plugin di WordPress per aggiungere diverse funzionalità che mancano al WordPress vanilla.

Per aggiungere un plug-in, puoi passare con il mouse su plugin opzione nel menu a sinistra di WordPress Dashboard e fare clic su aggiungi Nuovo.

Carica tema WordPress - Scegli file

Puoi utilizzare la barra di ricerca per cercare i plugin o puoi semplicemente sfogliarli. Per installare il plugin, fare clic su Ora l'installazione pulsante.

Sfoglia o cerca i plugin di WordPress

Una volta installato il plugin, il Ora l'installazione il pulsante verrà sostituito con Attivare pulsante. Fare clic su di esso per attivare il pulsante. Simile ai temi di WordPress, anche i plugin possono essere caricati e attivati.

Di seguito sono riportati alcuni dei plugin gratuiti e a pagamento consigliati

1. Akismet: Un plug-in gratuito per uso personale che impedisce agli spammer di lasciare commenti spam sul tuo blog.

2. Editor classico: Puoi installare questo plugin gratuito se preferisci l'interfaccia simile a Microsoft Word rispetto all'editor Gutenberg (maggiori informazioni su Gutenberg nella prossima sezione)

3. Architetto prospero: Questo post è stato progettato utilizzando Thrive Architect

4. Google Analytics GA: Un plug-in freemium (gratuito con piani premium) per installare facilmente il codice di Google Analytics sul tuo sito web. (Scopri come configurare l'account Google Analytics per saperne di più, clicca qui)

5. Rank Math SEO: Un plug-in gratuito con piani premium opzionali che ti consente di ottimizzare facilmente i post del tuo blog per la SEO

6. Affiliati Thirsty: Un plugin freemium per nascondere e gestire facilmente i tuoi link di affiliazione

7. WP Rocket: Un plugin a pagamento che ti aiuta a velocizzare il tuo sito WordPress.

Passaggio 11: creazione del tuo primo post

Prima di creare il tuo primo post è necessario comprendere la differenza tra WordPress Post e WordPress Pages.

Messaggi: I post di WordPress sono pagine Web in cui condividi pensieri e articoli. Contiene una data e viene visualizzato in ordine cronologico inverso per assicurarsi l'ultima content si vede in alto

In Italiano: Le pagine di WordPress di solito non contengono una data vengono utilizzate per la visualizzazione statica content del tuo sito web che non cambia spesso nel tempo. Ad esempio quello del tuo blog Chi siamo or Informativa sulla Privacy Or Disclaimer.

Ora che conosci la differenza tra un post e una pagina, facci capire come puoi creare il post. Il processo sarà simile per le pagine

Per creare un post, puoi navigare in Messaggi > Aggiungi nuovo opzione nella barra laterale o nella barra degli strumenti sopra Vai a Nuovo > Post

Aggiungi un articolo WordPress per iniziare un blog

WordPress, per impostazione predefinita, aprirà l'articolo con il suo editor drag-and-drop integrato chiamato Gutenberg come mostrato di seguito. Potrebbe esserci una curva di apprendimento utilizzando questo editor in quanto non è facile da usare.

Gutenberge Editore

L'editor Gutenberg utilizza il trascinamento della selezione Blocchi per aggiungere diversi elementi che vedi su un sito web inclusi paragrafi di testo, titoli, immagini, tabelle, media e altro.

Il Blocco predefinito è Paragrafo, quindi puoi iniziare subito a digitare il tuo post sul blog come nell'editor classico. Per cambiare i caratteri e cambiare altre impostazioni del paragrafo seleziona semplicemente il blocco di paragrafo che vuoi modificare e poi usa le opzioni della barra laterale destra come mostrato sotto

Modifica blocco paragrafo Gutenberg

Per aggiungere Media o Tabelle o altri elementi, puoi digitare la barra (/) e quindi trovare il Blocco dal menu a discesa. 

Aggiungi nuovo metodo di blocco Gutiber 2

In alternativa, puoi anche fare clic sul segno più (+) per visualizzare tutti i blocchi sul lato sinistro dell'editor

Aggiungi nuovo metodo di blocco Gutiber 1

Per eliminare un blocco Gutenberg è sufficiente selezionare il blocco e quindi fare clic sui tre punti come mostrato nell'immagine qui sotto per rivelare il Rimuovi il blocco opzione. Fare clic su di esso per eliminare il blocco.

Rimuovi il blocco Gutenberg

Per pubblicare un post puoi fare clic sul pulsante Pubblica come mostrato nell'immagine qui sotto. Inoltre, per rivelare più opzioni come la pianificazione del post o la modifica dei permalink, fai clic sull'opzione Post come mostrato nell'immagine qui sotto

Pubblica il post di Gutenberg

Se non ti piace l'interfaccia drag and drop di Gutenberg puoi installarla Plugin editor classico come consigliato nella sezione plugin per tornare all'editor TinyMCE che è un editor di post di blog simile a MS Word come mostrato di seguito.

Pubblica post dell'editor classico

Poiché l'editor TinyMCE è semplice e molto simile a Microsoft Word, non lo tratterò in dettaglio. Tuttavia, per salvare il post puoi usare Salva la bozza opzione e per pubblicare post puoi usare il Pubblica opzione come mostrato nell'immagine sopra

Passaggio 12: indirizzare il traffico verso il tuo blog

Per poter guadagnare con il tuo blog, devi prima indirizzare le persone al tuo blog. Di seguito sono riportate diverse tecniche popolari utilizzate per indirizzare il traffico al tuo blog.

un. Crea il MEGLIO Content

Content è il re. Immagina di provare a vendere un libro che ha una trama patetica ed è pieno di errori grammaticali. Anche se assumi i migliori venditori per promuovere il tuo libro, il libro sarà un grande flop.

La stessa cosa vale per il tuo blog. Se la qualità del tuo content non va bene, non importa quanto ci provi, non troverai molte persone che visitano il tuo blog. Inutile dire che per poter fare soldi con il tuo blog, hai bisogno che le persone visitino il tuo blog e interagiscano con il tuo content.

Parlare di content, ti imbatterai in diverse persone che affermano che devi pubblicare un numero X di post ogni mese per ottenere più traffico sul tuo blog. Ti dirò che è tutta una merda. Devi concentrarti sulla creazione di qualità content anche se è un post in un mese o anche più tempo. 

Non entrerò nei dettagli su come puoi scrivere bene content come ho già scritto un articolo dettagliato su di esso. Quindi puoi sempre controllare l'articolo su Come scrivere un post sul blog coinvolgente

B. Ottimizza il tuo blog per i motori di ricerca

Content è il re. Ma sappiamo tutti che un re è un normale uomo impotente senza il suo esercito. Lo stesso vale con il tuo content. Non importa quanto sia buono il tuo content, è inutile se non hai persone che lo leggano. 

L'ottimizzazione per i motori di ricerca, popolarmente conosciuta con l'abbreviazione SEO, è uno dei potenti soldati del tuo content. SEO noi un insieme di tecniche che puoi utilizzare per ottimizzare il tuo blog per posizionarsi più in alto sui motori di ricerca. La regola empirica dice che più il tuo blog si classifica sui motori di ricerca, più il traffico che otterrai sul tuo blog.

Sebbene ci siano diversi motori di ricerca come Google, Bing, Yahoo, Yandex, Baidu e altri, Google gode di una quota di mercato più elevata, diverse volte tutti gli altri motori di ricerca messi insieme. Secondo StatCounter, Al momento della stesura di questo articolo, Google ha una quota di mercato del 91.66%. Questo è il motivo per cui la maggior parte degli esperti SEO ottimizza i propri articoli tenendo a mente Fattori di ranking di ricerca di Google.

Per i blogger, il SEO è generalmente classificato in 3 categorie, SEO on-page, SEO off-page e SEO tecnico

On-page SEO

SEO on-page si riferisce a tutte le tecniche SEO che accadono sulla tua pagina web. Ciò include trovare le parole chiave che le persone cercano e aggiungere le stesse al titolo della pagina, alle meta descrizioni, all'URL, ai titoli e al tuo content. 

La SEO on-page include anche l'aggiunta di attributi alt alla tua immagine e il collegamento interno di una pagina a un'altra.

SEO fuori pagina

La SEO off-page include principalmente la creazione di backlink al tuo blog. Alcune delle tecniche di costruzione di backlink più popolari Gues Postare su altri blog di alta autorità, Fare ricerche sui tuoi concorrenti e replicare la sua strategia di backlink, oltre ad aiutare i giornalisti con le tue intuizioni attraverso siti Web come HARO.

Tecnica SEO

La SEO tecnica si occupa principalmente degli aspetti tecnici del tuo blog. Ciò include l'ottimizzazione per i dispositivi mobili dei post e delle pagine del blog, il tempo di caricamento del sito Web e la struttura complessiva del sito Web.

La SEO è un argomento molto vasto che non è possibile trattare in questo post del blog. Per imparare la SEO puoi dare un'occhiata al Corso SEO gratuito di Moz

C. Sfrutta i social media

Per la maggior parte delle persone, i social media sono divertenti e un modo per ammazzare il tempo. Tuttavia, per i blogger, i social media sono un altro dei tuoi soldati contentl'esercito. Esistono diversi blog che funzionano esclusivamente sul traffico dei social media. 

Tuttavia, guidare il traffico attraverso i social media non è facile come condividere il tuo post sul blog o Twitter. Devi lavorare per costruire i tuoi follower e attraverso mezzi organici. Follower che interagiranno con il tuo content. Seguaci, che vorrebbero leggere il tuo content. E a differenza della maggior parte delle persone, ci vogliono mesi, e in alcuni casi anni, per costruire un'enorme rete di follower.

Quindi, devi iniziare a lavorare dal primo giorno per costruire i tuoi follower sui social media.

D. Ottieni il massimo dal blog degli ospiti

Il guest blogging non riguarda solo la creazione di backlink al tuo blog. Se fatto bene, puoi anche ottenere un'enorme quantità di traffico sul tuo blog. L'indirizzamento del traffico organico al tuo blog dai motori di ricerca può richiedere anni. Tuttavia, questo non è il caso del Guest Blogging.

Se riesci a pubblicare un post ottimizzato per SEO su un blog di alta autorità, può classificare facilmente il traffico verso il post del blog. Parte di questo traffico atterrerà anche sul post del tuo blog se inserisci strategicamente un link al tuo blog in questo post del blog.

E c'è di più nel Guest Blogging. Ti aiuta anche a emergere come esperto nel settore che può indirettamente aiutarti con il tuo SEO e gli sforzi di costruzione di follower sui social media.

e. Indirizza il traffico da Quora e Reddit

Cosa fai se il tuo nuovo blog non si posiziona su Google e hai difficoltà a sfruttare i social media e il guest blogging? La risposta è semplice, usa Quora e Reddit.

Quora e Reddit sono i due mezzi più sottovalutati per indirizzare il traffico verso il tuo blog. Sono i posti migliori per trovare il tuo pubblico di destinazione desideroso di imparare da te. 

Su Quora, tutto ciò che devi fare è trovare e rispondere alle domande che sono rilevanti per il tuo post sul blog e occasionalmente, e lo ripeto di nuovo, solo occasionalmente condividere il link al tuo post sul blog come fonte aggiuntiva dettagliata per ottenere maggiori informazioni.

Le cose possono diventare un po' complesse con Reddit dove devi trovare il sub-reddit giusto che ti permetta di condividere il tuo link. Tuttavia, una volta trovato il posto giusto, può indirizzare un sacco di traffico al tuo sito web.

Passaggio 13: monetizza il tuo blog

Per chiunque cerchi di avviare un blog per guadagnare da esso, questo è il passaggio più cruciale. Ci sono vari modi per guadagnare con il blog. Tuttavia, è importante che tu sappia quale metodo di monetizzazione funziona meglio per te.

Quindi, esaminiamo brevemente ogni modo per fare soldi dal tuo blog.

un. Marketing di affiliazione

La maggior parte delle entrate del mio blog proviene dal marketing di affiliazione. Quindi non c'è da stupirsi che sia in cima alla mia lista di vari modi per monetizzare il tuo blog. Quindi, cos'è esattamente il marketing di affiliazione ed è l'opzione migliore per te? Scopriamolo

Il marketing di affiliazione è un modulo di marketing in cui promuovi i prodotti di un marchio sul tuo blog e inserisci un collegamento che punta al loro sito web. Il link inserito si chiama Link di affiliazione.

Ogni volta che qualcuno fa clic su questo link di affiliazione ed effettua un acquisto, il marchio ti offre un importo fisso come commissione o ti paga una percentuale del valore totale della vendita.

Il marketing di affiliazione è la cosa migliore per te se ci sono diversi prodotti e servizi che puoi promuovere sul tuo blog. Di seguito sono riportati i migliori marketplace di affiliazione per trovare prodotti da promuovere.

Il miglior mercato di affiliazione per trovare prodotti da promuovere

B. Usa Google Adsense

Google Adsense è probabilmente il modo più comune con cui la maggior parte dei blogger monetizza i propri blog. Per monetizzare il tuo blog con Google Adsense, devi fare domanda per il programma Adsense. Tieni presente che Google approva solo siti Web di qualità. Quindi assicurati di avere abbastanza qualità content sul tuo blog e il tuo blog sta generando una discreta quantità di visitatori.

Una volta che sei stato approvato, Google ti fornirà un codice che devi inserire nel codice del tuo sito web. Dopo aver aggiunto il codice, Google inizierà automaticamente a visualizzare annunci pubblicitari sul tuo sito web. Vieni pagato quando un annuncio viene caricato sul browser dell'utente o quando un utente fa clic sull'annuncio.

Tuttavia, non utilizzo Google Adsense principalmente perché hai poco controllo sugli annunci visualizzati dai tuoi utenti. Inoltre, le tariffe di pagamento con Google Adsense sono molto basse, soprattutto se confrontate con il marketing di affiliazione.

Quindi, puoi prendere in considerazione Google Adsense solo se pensi di poter portare migliaia di visitatori al tuo blog ogni giorno.

C. Vendi spazio banner sul tuo blog

Se hai bisogno di un maggiore controllo sugli annunci visualizzati dai tuoi utenti, puoi vendere privatamente lo spazio pubblicitario ai marchi. Tuttavia, a meno che tu non abbia un blog popolare, i marchi potrebbero non essere interessati alla pubblicità sul tuo blog. Quindi assicurati di far crescere il tuo blog prima di utilizzare questa strategia di monetizzazione.

D. Vendi eBook sul tuo blog

Puoi scrivere un eBook e venderlo ai tuoi lettori. Inutile dire che il content dell'eBook dovrebbe essere niente di meno che fantastico e l'argomento dell'eBook dovrebbe essere interessante per i tuoi lettori. Puoi persino convertire il tuo miglior post del blog in un ebook aggiungendo più informazioni ad esso.

Le parole finali

Il blog è uno dei modi migliori per fare reddito passivo. Tuttavia, la maggior parte delle persone temono di aprire un blog perché sentono di non avere abbastanza conoscenze tecniche per gestire un blog.

In questo post sul blog su Come avviare un blog, puoi vedere che è possibile creare un blog senza scrivere una singola riga di codice. Tuttavia, se rimani bloccato da qualche parte o hai domande, sentiti libero di lasciarmi un commento qui sotto.

Chi siamo Aquif Shaikh

Aquif Shaikh è un blogger e Web Hosting Esperto di Mumbai. Ama scrivere, viaggiare e condividere le sue conoscenze e idee con il mondo. In Blogging Ocean, scrive di suggerimenti per il blog, web hosting suggerimenti, content marketing, business online e SEO.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con

{"email": "Indirizzo email non valido", "url": "Indirizzo sito Web non valido", "richiesto": "Campo obbligatorio mancante"}
Messaggio di successo!
Messaggio di avviso!
Messaggio di errore!