• Casa
  • Blog
  • 33 errori SEO più comuni da evitare nel 2022

33 errori SEO più comuni da evitare nel 2022

By Aquif Shaikh

18 giugno 2022

Ci sono molti errori SEO comuni che le persone fanno senza nemmeno rendersene conto. E se non stai attento, questi errori possono danneggiare il posizionamento e la visibilità del tuo sito web.

In questo post del blog, discuteremo alcuni degli errori SEO più comuni e come evitarli. Quindi continua a leggere per saperne di più!

33 errori SEO più comuni

Di seguito sono riportati alcuni degli errori SEO più comuni che dovresti evitare. Ho diviso gli errori in un gruppo più ampio

Errori SEO relativi alla ricerca di parole chiave

La ricerca per parole chiave è uno degli aspetti più importanti della SEO. Se non lo fai bene, la tua intera strategia SEO potrebbe essere vana. Ecco alcuni degli errori più comuni nella ricerca di parole chiave:

1. Non eseguire alcuna ricerca per parole chiave

Potrebbe sembrare sciocco, tuttavia, questo è uno degli errori più comuni che le persone fanno durante l'ottimizzazione del proprio sito Web per i motori di ricerca.

Scelgono semplicemente un argomento a caso e iniziano a scriverne sperando che si classifichi bene. Tuttavia, la SEO non funziona in questo modo.

Se non scegli come target nessuna parola chiave, il tuo più fantastico content non può essere trovato per le parole chiave giuste dai tuoi potenziali lettori.

Ciò potrebbe portare alla perdita di traffico importante e quindi alla perdita di entrate.

2. Targeting di parole chiave errate

Proprio come non mirare a nessuna parola chiave è negativo, anche il targeting per parole chiave sbagliate può essere fatale per il tuo sito web.

Le parole chiave con un volume troppo elevato molto probabilmente avranno una concorrenza molto elevata. Mentre le parole chiave a bassa concorrenza potrebbero non avere traffico.

Dovresti cercare di trovare un equilibrio tra volume e concorrenza per le parole chiave a seconda dell'autorità del tuo sito web.

3. Concentrarsi sulla densità delle parole chiave

La densità delle parole chiave appartiene al passato. Google non fa più affidamento sul numero di volte in cui utilizzi una parola chiave in una pagina.

L'algoritmo di Google ora utilizza molti algoritmi avanzati come NLP e BERT per comprendere il content sulla pagina così come il suo contesto.

Mentre strumenti SEO come Classifica matematica e Yoast SEO ti suggerirà di avere la densità delle tue parole chiave in un intervallo particolare, non dovresti concentrarti troppo su di essa.

Se provi a seguire i loro suggerimenti, il tuo articolo potrebbe finire per sembrare pieno di parole chiave nei posti sbagliati e quindi rovinerà l'esperienza utente, influenzando così il tuo posizionamento.

Finché la tua lingua è naturale se la tua densità di parole chiave è 0.1 o 3, non importa.

Errori SEO relativi a Content

Content è il pane quotidiano della SEO. Creazione di alta qualità content è importante se vuoi che il tuo sito web si posizioni bene sui motori di ricerca.

Tuttavia, ci sono alcuni errori che le persone fanno durante la creazione content che potrebbe danneggiare la loro classifica. Diamo un'occhiata ad alcuni di loro.

4. Non creare abbastanza Content

Content è il re. Non importa quanto sia buono il tuo sito web, se non ne hai abbastanza content, non sarai in grado di posizionarti in alto nella SERP.

Il motivo è che Google preferisce i siti Web che hanno un'elevata autorità di attualità. Quindi, se non ne hai abbastanza content nella tua nicchia, la tua autorità di attualità sarà bassa, influenzando così negativamente le tue classifiche.

5. Creazione di bassa qualità Content

Durante la creazione content regolarmente è importante per il tuo sito web, è anche importante che la qualità del tuo content è all'altezza.

Se crei costantemente di bassa qualità, sottile content solo per il gusto di creare content, il tuo sito web non si classificherà altrettanto bene.

In alcuni casi, Google potrebbe anche penalizzare il tuo sito web.

L'immagine qui sotto da Business2Community mostra una sanzione inflitta a un sito web per la creazione di bassa qualità content

Sottile Content Errore SEO

Inoltre, la creazione di bassa qualità content comporterà un'esperienza utente negativa. Ciò potrebbe portare le persone a rimbalzare dal tuo sito Web aumentando così la frequenza di rimbalzo e il pogo-sticking, il che è ancora una volta dannoso per il tuo SEO.

6. Creazione di duplicati Content

Un altro errore comune che le persone fanno è creare duplicati content. Questo potrebbe accadere intenzionalmente o involontariamente.

Secondo uno studio condotto da Raven Tools da 200 milioni di scansioni di pagine, il 29% delle pagine presentava duplicati content.

duplicare Content Errore SEO

A differenza della maggior parte delle persone pensa, duplica content non sempre significa content plagiato da un altro sito web. Tuttavia, include anche content dal tuo sito web.

duplicare content confonde Google e non riesce a capire quale content è più pertinente per la parola chiave specifica.

Ciò potrebbe comportare il mancato posizionamento del tuo sito Web o addirittura essere penalizzato da Google.

Quindi, è importante assicurarsi che tutti i content sul tuo sito web è unico e rilevante. Puoi usare strumenti come Copyscape per verificare la presenza di duplicati content.

Nei casi in cui devi usare lo stesso content su più pagine del tuo sito web, assicurati di utilizzare i tag canonici per indicare a Google quale pagina classificare.

Durante l'utilizzo di frammenti di testo da un altro sito Web, assicurati di ricollegarti al sito Web in modo che Google sappia che non stai copiando il content e piuttosto semplicemente usandolo come riferimento.

7. Aggiornamento non obsoleto Content

Un errore comune commesso dalla maggior parte dei proprietari di siti Web è non aggiornare i vecchi post del blog. Anche se questo potrebbe non sembrare un problema, in realtà lo è.

Google ama fresco e pertinente content. Se si dispone di content sul tuo sito web che non è più rilevante, Google ti vedrà come una fonte di informazioni inaffidabile.

Ciò influenzerà l'EAT del tuo sito web e influenzerà negativamente il tuo posizionamento non solo per questa particolare pagina, ma per tutte le pagine del tuo sito web.

D'altra parte, anche se il tuo content è rilevante, se lo aggiorni e fai eseguire nuovamente la scansione da parte di Google, vedrai un enorme aumento delle classifiche grazie alla freschezza del tuo content.

8. Scrivere lunghi blocchi di testo

Mentre Google preferisce il formato lungo content, è importante assicurarsi che i paragrafi non siano troppo lunghi.

Se scrivi lunghi pezzi di testo, le persone saranno sopraffatte e non leggeranno l'intero articolo. Anche questo aumenta la frequenza di rimbalzo e il pogo-sticking, il che è negativo dal punto di vista SEO.

Invece, dovresti concentrarti sulla scrittura di brevi paragrafi con ogni paragrafo contenente 1-2 frasi. Questo renderà il tuo content più scansionabile e leggibile.

Puoi anche usare le immagini per scomporre il tuo content. Ciò lo renderà anche visivamente più accattivante e più facile da leggere.

9. Non utilizzare immagini e video

Un altro errore comune che le persone fanno è non usare immagini e video nei loro content.

Come affermato in precedenza, Immagini e video sono un ottimo modo per scomporre il tuo content e renderlo più scansionabile.

Un altro vantaggio dell'utilizzo delle immagini è che ti aiutano a classificarti per la ricerca di immagini di Google.

Se hai immagini informative e pertinenti sul tuo sito web, puoi indirizzare molto traffico da Google Image Search.

Allo stesso modo, i video sono anche un ottimo modo per interagire con il tuo pubblico. È più probabile che le persone guardino un video che leggere un articolo.

Ho anche notato un aumento delle classifiche includendo i video nel mio articolo. Quindi questo potrebbe anche essere un buon segnale UX per Google.

10. Non promuovere il tuo Content

Questo potrebbe sembrare un po 'irrilevante dal momento che promuovi il tuo content e SEO non hanno alcuna relazione diretta. Tuttavia, non promuovere il tuo content è uno degli errori SEO cruciali da evitare.

Quando promuovi il tuo content attraverso i canali, inizierai a ricevere traffico da tali fonti.

Sebbene discutibile, se questo traffico proveniente da altre fonti si traduce in una bassa frequenza di rimbalzo e un migliore coinvolgimento, Google lo vedrà come un segno di grande content e UX e aumenta il tuo posizionamento nella SERP.

Infatti, secondo SEMRush, la quantità di traffico diretto verso un sito web è il fattore numero uno per la classifica.

Errori SEO relativi ai meta tag

I meta tag sono uno degli elementi più importanti della SEO. Aiutano i motori di ricerca a capire il tuo sito web e il suo content meglio.

Tuttavia, la maggior parte delle persone commette diversi errori durante l'ottimizzazione dei propri meta tag. Alcuni degli errori più comuni sono elencati di seguito.

11. In Ottimizzazione dei tag del titolo

I tag del titolo sono uno dei più importanti fattori di posizionamento sulla pagina. È il titolo che compare nella SERP e influisce anche sul tuo CTR.

Tuttavia, secondo uno studio di SEMRush su 100 siti Web e 450 milioni di pagine, l'8% delle pagine non aveva tag del titolo mentre il 35% delle pagine aveva tag del titolo duplicati.

Il numero di pagine con testo insufficiente all'interno dei tag del titolo era del 4% mentre il 15% delle pagine aveva una lunghezza dei tag del titolo più lunga della prescritta.

Tag del titolo Errori SEO

Quindi, sembra che le persone ignorino spesso i loro tag del titolo.

I tag del tuo titolo dovrebbero contenere la tua parola chiave di destinazione per assicurarti di classificarti per la parola chiave.

Inoltre, i tag del titolo dovrebbero essere accattivanti. Se non hai un titolo attraente e pertinente, le persone non faranno clic sul tuo annuncio, indipendentemente dal tuo posizionamento.

Allo stesso modo, se il tuo titolo è troppo lungo, Google lo taglierà e le persone non saranno in grado di vedere tutto.

Quindi, dovresti concentrarti sulla scrittura di titoli brevi e accattivanti che descrivono accuratamente il tuo content.

12. Non utilizzare le meta descrizioni

Le meta descrizioni sono la breve descrizione che appare sotto i tag del titolo nella SERP.

La parola chiave nella Meta Description è uno dei fattori di ranking. Poiché una Meta Description è molto più lunga dei Title Tags, è la tua opportunità di includere le tue parole chiave a coda lunga a scopo di ranking.

Le meta descrizioni influiscono anche sul tuo CTR nella SERP. Se non disponi di una Meta Description interessante e pertinente, le persone non faranno clic sul tuo annuncio, non importa quanto bene.

Tuttavia, le persone spesso ignorano le meta descrizioni. Come per lo stesso SEMRush Secondo uno studio, nel 25% delle pagine mancavano meta descrizioni mentre il 35% delle pagine aveva meta descrizioni duplicate.

Quindi sembra essere un problema abbastanza comune.

Meta descrizioni Errori SEO

13. Non utilizzando il tag H1

Proprio come i tag del titolo e le meta descrizioni, anche i tag H1 sono un fattore SEO on-page molto importante.

H1 Tag è il titolo principale del tuo articolo e nel caso della maggior parte dei temi WordPress è il titolo del post o della pagina.

Il tuo tag H1 dovrebbe descrivere accuratamente l'argomento del tuo articolo in modo che le persone sappiano cosa aspettarsi quando fanno clic su di esso.

Tuttavia, molti siti Web non utilizzano i tag H1. Secondo Semrush, il 20% delle pagine non aveva tag H1. Questo è un numero molto grande.

Tag del titolo Errori SEO

14. Esclusione delle parole chiave nei tag H2 e H3

I tag H2 e H3 sono i sottotitoli del tuo articolo. Dovresti utilizzare le tue parole chiave target nei tag H2 e H3 per far sapere a Google di cosa tratta il tuo articolo.

I tag H2 e H3 sono anche necessari per strutturare correttamente il tuo articolo.

Le persone di solito scansionano un articolo prima di leggerlo. Quindi, se hai un lungo muro di testo, le persone non lo leggeranno.

Dovresti rompere il tuo content in paragrafi più piccoli e usa i tag H2 e H3 per strutturarlo correttamente.

15. Non utilizzare i tag alternativi dell'immagine

I tag alternativi delle immagini sono importanti per due motivi.

  • Aiutano Google a capire di cosa tratta l'immagine. Ciò è particolarmente importante per il posizionamento in Google Immagini.
  • Aiutano le persone con disabilità visive a capire di cosa tratta l'immagine.

Secondo le linee guida del W3C, dovresti utilizzare tag Alt accurati e descrittivi per tutte le immagini sul tuo sito web.

Errori SEO relativi ai backlink

I backlink sono una parte fondamentale della SEO. Google utilizza i backlink per comprendere la popolarità e la pertinenza del tuo sito web.

Più backlink di alta qualità hai, maggiori sono le possibilità che hai di posizionarti più in alto nelle SERP. Di seguito sono riportati alcuni degli errori di backlink più comuni che dovresti evitare.

16. Non creare backlink

I backlink sono uno dei fattori di ranking più importanti. Il numero e la qualità dei backlink che puntano al tuo sito web hanno un impatto diretto sulle tue classifiche.

Tuttavia, molte persone non si concentrano sulla creazione di backlink. Presumono solo che se creano grandi cose content, le persone si collegheranno naturalmente ad esso.

Tuttavia, questo non è il caso. Devi raggiungere attivamente le persone e chiedere loro di collegarsi al tuo content.

Sebbene la maggior parte delle tecniche di link building della vecchia scuola non funzionino più, ci sono alcune tecniche di link building come Blogger e PR Outreach, Broken Link Building e, in una certa misura, anche il guest posting che funziona alla grande.

17. Ignorando il collegamento interno

Il collegamento interno è ancora una delle tecniche SEO più ignorate. E i colpevoli qui non sono solo i noob SEO, ma anche gli esperti SEO che si concentrano solo sulla creazione di link esterni.

I collegamenti interni sono importanti per tre motivi.

  • Aiutano Google a comprendere la struttura del tuo sito web e la relazione tra le diverse pagine del tuo sito web.
  • Trasmettono anche il link-juice da una pagina all'altra.
  • Aiutano le persone a navigare facilmente nel tuo sito web. Questo riduce la frequenza di rimbalzo.

Tutte queste cose sono importanti dal punto di vista SEO.

18. Collegamenti interni ed esterni interrotti

Uno degli errori più comuni commessi dalla maggior parte dei SEO è non correggere i collegamenti interni ed esterni interrotti.

Un collegamento interrotto è un collegamento che punta a una pagina che non esiste. I collegamenti interrotti sono dannosi per la SEO in due modi.

Innanzitutto, rendono difficile per Google la scansione del tuo sito web. In secondo luogo, portano a una scarsa esperienza utente.

Quindi i SEO dovrebbero riparare i collegamenti interrotti in base alla priorità.

Per trovare i collegamenti interrotti, puoi utilizzare plugin di WordPress come Link Checker rotto. Per i siti Web non WordPress, puoi utilizzare Urlando Frog per eseguire la scansione del tuo sito Web e trovare i collegamenti interrotti.

19. Collegamenti interni HTTP Per siti Web HTTPS

Se hai un vecchio sito web e recentemente sei passato a HTTPS, è molto probabile che i tuoi link interni utilizzino ancora la versione HTTP.

Se non stai reindirizzando la versione HTTP alla versione HTTPS, questo passerà il link juice alla pagina sbagliata, influenzando così le tue classifiche.

Tuttavia, anche se stai reindirizzando la versione HTTP alla versione HTTPS, si ottiene comunque un reindirizzamento 301.

Per risolvere questo problema, puoi utilizzare plugin come Meglio Search Replace per sostituire la versione HTTP dei collegamenti interni con HTTPS.

20. Utilizzo improprio dei reindirizzamenti 301

301 Reindirizzamento viene utilizzato quando si desidera reindirizzare permanentemente una pagina a un nuovo URL. Viene spesso utilizzato dai SEO quando vogliono cambiare un nome di dominio o cambiare l'URL della pagina.

Tuttavia, molto spesso, i SEO creano reindirizzamenti 301 senza motivo, il che porta a reindirizzamenti non necessari.

Ciò aumenta la velocità di caricamento della pagina, che influisce sull'esperienza dell'utente e sulla SEO. Si traduce anche in un crawl budget sprecato.

Errori SEO relativi all'UX

Con l'implementazione di Rankbrain, Google è ora in grado di misurare l'esperienza utente di un visitatore durante l'interazione con il tuo sito web.

In base a come è stata l'esperienza, RankBrain regolerà automaticamente la SERP per far salire i siti Web con una buona UX e spostarsi verso i siti Web con scarsa UX.

Quindi, UX è tra i principali fattori di ranking su Google. Tuttavia, è anche la parte più ignorata dai SEO

Di seguito sono riportati alcuni degli errori UX più comuni che le persone fanno

21. Non ottimizzare il tuo sito per dispositivi mobili

Google è completamente passato a Indicizzazione mobile-first a settembre 2020. Quindi, se non hai ottimizzato il tuo sito web per dispositivi mobili, hai meno probabilità di posizionarti su Google SERP.

Poiché l'indicizzazione mobile è così importante, la maggior parte dei SEO si assicura di ottimizzare la propria home e la pagina di destinazione per i dispositivi mobili.

Tuttavia, molto spesso saltano le pagine del blog e altre pagine che di solito vengono create dopo il completamento dello sviluppo.

Io stesso sono stato colpevole di questo in diverse occasioni solo per accorgermene quando la mia classifica scende.

Quindi assicurati di non scendere a compromessi quando si tratta di ottimizzazione per dispositivi mobili.

22. Ignorare il tempo di caricamento del sito web

La velocità del sito web è uno dei fattori di ranking più importanti. Google vuole offrire ai suoi utenti la migliore esperienza possibile e un sito web lento non è considerato una buona esperienza utente.

Quindi, se vuoi classificarti su Google SERP, assicurati che il tuo sito web si carichi velocemente. Di seguito sono riportati i Google Core Web Vitals per il mio blog, Blogging Ocean

Blogging Ocean Principali parametri vitali del web

Per ottimizzare JS, CSS e HTML del tuo sito Web per una maggiore velocità della pagina, puoi utilizzare plug-in di memorizzazione nella cache di WordPress come LiteSpeed ​​Cache, W3 Total Cache e altro.

Se hai traffico globale o se il tuo server si trova lontano dai tuoi visitatori target, puoi anche utilizzare CDN gratuito da Cloudflare per velocizzare il tuo sito web.

23. Mostrare troppi annunci above the fold

Gli annunci sono una delle più importanti fonti di guadagno per un sito web. Tuttavia, se esageri, avrà un impatto negativo sulla tua SEO e sull'esperienza dell'utente.

In effetti, l'algoritmo di layout di pagina di Google penalizza i siti Web che mostrano troppi annunci above the fold.

Per evitare ciò, assicurati di non mostrare più di 2 annunci above the fold.

24. Uso errato dei pop-up

I pop-up possono essere un ottimo modo per aumentare i tuoi iscritti alla posta elettronica o i follower sui social media. Tuttavia, se lo usi nel modo sbagliato, farà più male che bene.

Ho visto siti Web che mostrano popup non appena atterri sul sito Web, il che è molto fastidioso per l'utente.

Alcuni altri errori comuni includono:

  • Visualizzazione dei popup in ogni pagina
  • Non viene fornita un'opzione per chiudere il pop-up
  • Mostra un popup che copre l'intera pagina

Infatti, nel 2017, Google ha affermato che stanno aggiungendo a nuovo segnale di classifica che retrocede le pagine che utilizzano interstitial intrusivi.

Per evitare questi errori, assicurati di mostrare i popup solo su pagine specifiche come la tua home page o pagina di destinazione e rendili non invadenti. Devi anche assicurarti che gli utenti possano chiudere facilmente i popup.

Errori SEO relativi alla SEO tecnica

La SEO tecnica è il processo di ottimizzazione della struttura, della codifica e del codice del tuo sito web content allo scopo di migliorare la visibilità e il posizionamento sui motori di ricerca.

A causa della sua natura complessa, la maggior parte delle persone non tecniche spesso sbaglia con il proprio SEO tecnico. Di seguito sono riportati alcuni degli errori SEO tecnici più comuni che ho visto fare alle persone.

25. Uso scorretto dei robot.Txt

Il file Robots.txt può essere complicato. Se utilizzato in modo errato, può portare a bloccare accidentalmente Googlebot e altri robot dei motori di ricerca dall'accesso al tuo sito web.

Quindi, se stai utilizzando un file Robots.txt, assicurati di non bloccare alcun bot dei motori di ricerca.

Per Googlebot, puoi utilizzare Tester di Google Robots.txt per verificare se stai bloccando qualcuno dei Googlebot. Per Bing puoi usare il Verifica Bing Robots.txt

Questo è il modo Blogging OceanIl file Robots.txt è simile a

Blogging Ocean Robots.txt

26. Pagine private e di bassa qualità non senza indicizzazione

Pagine come Informativa sulla privacy, Termini e condizioni e Dichiarazione di non responsabilità sono generalmente pagine di bassa qualità e spesso generate automaticamente.

Quindi, se non indicizzi queste pagine, l'autorità generale del tuo blog può diminuire. Inoltre, se hai un negozio, devi escludere dalla SERP le pagine del carrello e le pagine di checkout

Per contrassegnare una pagina come no-index su un sito Web WordPress, puoi utilizzare plug-in come RankMath SEO e Yoast SEO.

27. Blocco delle pagine non indicizzate da Robots.txt

Diversi SEO pensano che è una buona pratica non indicizzare una pagina e bloccarla utilizzando Robots.txt per garantire che la pagina non sia indicizzata.

Tuttavia, questa non è una buona pratica. Il motivo è che, come per Google, se una pagina bloccata da Robots.txt appare in qualsiasi parte del Web, Google potrebbe comunque indicizzarla.

Quindi, quando blocchi una pagina utilizzando robots.txt e questa appare da qualche parte sul World Wide Web, Google proverà a eseguire la scansione della pagina ma si fermerà nel momento in cui vede il file Robots.txt.

Quindi, in questi casi, Google non sarà in grado di vedere il tag no-index e finirà comunque per indicizzare quella pagina.

28. Non utilizzando il certificato SSL

SSL è l'abbreviazione di Secure Sockets Layer. È un protocollo di sicurezza utilizzato per stabilire una connessione crittografata tra un Web server e un browser.

Nel 2014, Google ha annunciato che utilizzerà HTTPS come segnale di ranking. E da allora, si è parlato molto dei certificati SSL e di come possono influire sulla tua SEO.

Tuttavia, come da W3Techs, anche nel 2022, il 4.6% dei siti Web non utilizza un certificato SSL mentre un altro 5.2% dei siti Web ha un dominio non valido in SSL.

Inoltre, l'1.3% dei siti Web ha certificati SSL scaduti.

Quindi, se non stai già utilizzando i certificati SSL, inizia a usarne uno. Inoltre, assicurati di reindirizzare tutte le query HTTP a plug-in HTTPS come SSL davvero semplice.

29. Non creare una Sitemap XML

Una mappa del sito è un file in cui fornisci informazioni su pagine, post, file e altre risorse del tuo sito web.

Devi creare e inviare la Sitemap in Google Search Console. Per Bing, puoi inviarlo a Strumento per i Webmaster di Bing

Sebbene la creazione di una mappa del sito XML non sia un must, crearne una aiuta Google e altri motori di ricerca a trovare pagine nuove e vecchie sul tuo blog, facendole così indicizzare più velocemente.

Puoi creare una mappa del sito per il tuo sito WordPress utilizzando plugin come Rank Math SEO, Yoast SEO e Sitemap XML di Google.

Errori SEO relativi ai miglioramenti SEO

La SEO è un lavoro in continua evoluzione. Non esiste una soluzione una tantum per questo.

Devi continuare a migliorare la tua SEO in modo da poterti classificare più in alto sulla SERP e indirizzare il traffico verso il tuo blog o sito web.

Di seguito sono riportati alcuni degli errori che le persone commettono quando si tratta di migliorare la SEO del tuo sito web

30. Non utilizzo di Google Analytics

Google Analytics è uno dei servizi di analisi web più popolari. Viene utilizzato da milioni di proprietari di siti Web per monitorare il traffico e le conversioni del proprio blog.

Quello che molti non sanno è che i dati di Google Analytics possono anche aiutarti a identificare i problemi SEO con il tuo sito web.

Ad esempio, se vedi un improvviso calo del traffico organico, potrebbe indicare un problema tecnico con il tuo sito web.

Allo stesso modo, se vedi frequenze di rimbalzo elevate per una pagina specifica, indica una bassa qualità content o alcuni problemi relativi all'esperienza utente.

Puoi così utilizzare Google Analytics per migliorare la tua SEO.

31. Non utilizzando Search Console

Mentre Google Analytics ti aiuta a tenere traccia di tutti i visitatori del tuo sito web e di come gli utenti interagiscono con il tuo sito web, Google Search Console ti mostra dati importanti relativi al traffico organico verso il tuo sito web.

In Google Search Console, puoi controllare il numero di clic che una parola chiave sta ottenendo per il tuo sito web.

I dati includono anche il numero totale di impressioni ottenute dal tuo sito web, il tuo CTR e la posizione media nella SERP

Inoltre, la Search Console ti consente anche di inviare la mappa del sito e tenere traccia dei problemi tecnici con il tuo sito web.

Quindi non utilizzare Search Console non è nemmeno un'opzione da considerare.

32. Non tenere traccia delle classifiche delle parole chiave

Solo perché stai prendendo di mira una parola chiave specifica non significa che il tuo sito web sia classificato per quella.

Le classifiche delle parole chiave possono cambiare in base a vari fattori come gli aggiornamenti dell'algoritmo di Google, la concorrenza e altri motivi simili.

Devi tenere traccia del ranking delle tue parole chiave per monitorare l'effetto sul ranking per eventuali modifiche apportate al tuo sito Web, modifiche al ranking dovute agli aggiornamenti dell'algoritmo e altro ancora.

Questo ti metterà in una posizione migliore per creare nuove strategie per far crescere organicamente il tuo sito web.

Per monitorare il posizionamento delle tue parole chiave, puoi utilizzare strumenti di monitoraggio del posizionamento come SEMRush, SEranking, RankTrackerE altro ancora.

33. Non stare al passo con le tendenze SEO

Proprio come qualsiasi altra cosa nel mondo online, anche la SEO è dinamica. Ci sono nuovi cambiamenti che accadono continuamente. Google aggiorna gli algoritmi, emergono nuove tecnologie e cambia il comportamento degli utenti.

Per stare al passo con la curva, devi stare al passo con le ultime tendenze SEO. In questo modo puoi apportare modifiche al tuo sito Web di conseguenza e assicurarti che il tuo sito Web sia sempre ottimizzato per i motori di ricerca.

Puoi farlo leggendo blog sulla SEO, iscrivendoti a newsletter di blog SEO famosi o seguendo i famosi influencer SEO sui social media.

Questo ti aiuterà a conoscere gli ultimi sviluppi nel mondo SEO e ad adottare le misure necessarie per garantire che il tuo sito Web sia sempre ottimizzato per i motori di ricerca.

Le parole finali

La SEO è un argomento complesso e c'è molto da fare. Quindi, è naturale che un essere umano commetta un errore durante la gestione della SEO.

In questa guida, abbiamo raccolto alcuni degli errori SEO più comuni che le persone commettono. Evitando questi errori, puoi migliorare la SEO del tuo sito web e posizionarti più in alto nella SERP.

Se hai domande o suggerimenti, non esitare a lasciare un commento qui sotto. 

Chi siamo Aquif Shaikh

Aquif Shaikh è un blogger e Web Hosting Esperto di Mumbai. Ama scrivere, viaggiare e condividere le sue conoscenze e idee con il mondo. In Blogging Ocean, scrive di suggerimenti per il blog, web hosting suggerimenti, content marketing e SEO.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con

{"email": "Indirizzo email non valido", "url": "Indirizzo sito Web non valido", "richiesto": "Campo obbligatorio mancante"}
en English
X
Messaggio di successo!
Messaggio di avviso!
Messaggio di errore!